Dante Farricella fotografo

Incontri minimi - Piccoli atti performativi


La sintesi in tre atti si è espansa fino a creare dei polittici. L'azione performativa di questi incontri minimi viene costruita in piccoli atti narrati da una serie di immagini racchiuse in un polittico, e che nelle gallerie qui presentate potete anche scorrere una per una. Piccoli racconti, piccole storie che vanno a comporre la grande storia del racconto del sé e dei propri sentimenti, e della relazione tra fotografo e soggetto.

 

Il lavoro è un work in progress. sto caricando i lavori fatti negli ultimi mesi, per questo vi chiedo un po' di pazienza, e di tornare spesso a vedere le ultime novità.

 

Francesca, 80s


E continua la danza in movimenti e ambienti che mi ricordano gli anni 80.
Mi colpisce questa serie e la costruisco in questo tono cromatico tipico del periodo.

Visita la pagina

Francesca, piove sul tetto del mondo


Piove sul tetto del mondo, e io danzo, danzo per non sentire la pioggia che è dentro di me.
E danzando mi sdoppio nella natura, pur restando una sola ed unica persona.

Visita la pagina

Assecondando il mio corpo


Il fumo e il tulle mi mettono a mio agio, e riesco ad assecondare il mio corpo nell'apparire in tutta la sua forza e bellezza, scoperto seppur velato da impalpabili consistenze...

Visita la pagina

Discovering the beauty in me


Mi è difficile mostrarmi, tendo a nascondermi, a celarmi dietro svariati travestimenti, a non apparire. Ma ora comincio a capire e a scoprire la bellezza che è in me

Visita la pagina

Letizia - mani che raccontano


Torniamo sulle mani di Letizia, mani che narrano, che nascondono e che svelano. Mani che sottolineano le forme del corpo e lo descrivono...

Visita la pagina

Francesca, black, sweat and tears


Quella sera il buio ha trovato la sua strada e un pezzo di notte mi è rimasto incastrato nelle viscere. Ho perdonato ma non riesco a dimenticare, come potrei, il nero ancora mi avvolge e le lacrime mi rigano il volto ogni volta che i ricordi affiorano. Io cerco di strapparlo via, ma le sue radici sono troppo profonde e le mie unghie incontrano solo carne.

Visita la pagina

Francesca, sensualità d'antan


Un gioco teatrale che fa scattare in Francesca una vera ricerca di sensualità che viene impreziosita dal tono morbido di altri tempi della fotografia

Visita la pagina

Lara - La mia pancia


Non ho mai trovato pace nella relazione con la mia pancia, mi sembra grossa, gonfia...

Tento di descriverla, usando solo le mie mani 

Visita la pagina

Annalisa - Esco ad incontrare me stessa


Un lavoro di qualche anno fa che trova una rilettura oggi.
Annalisa esce, scoprendo il suo corpo e la sua anima.  E come ogni uscita, uscendo si incontra per prima cosa se stessi.

Visita la pagina

Colorando il mio corpo illumino la mia anima


Un unico colore, il nero, che scurendo mano a mano il corpo, lascia fuoriscire sempre più l'anima. Un lavoro di interazione e scoperta. Un arricchimento per fotografo e soggetto.

Visita la pagina

Marianna - Le Parole dello stupro


Nel 2019 con Patrizia abbiamo messo in scena uno spettacolo sulla violenza alle donne in guerra "Di quale forza armate" e Marianna Miozzo ha collaborato con danze e immagini alla narrazione visuale inserita nello spettacolo. Queste immagini sono una sintesi di un lavoro fatto sulle "Parole dello stupro"

Visita la pagina

Natalia - I semi dell'anima


Lo scorso anno con Natalia abbiamo affrontato un percorso di ricarca fotografica partendo dal melograno e scoprendo il rapporto profondo che c’è tra il femminile e la terra, un legame primordiale, insostituibile..
Sul tetto del mondo...
Oltre queste immagini è nato anche il video
ῥόαῐ - Melograni
che potete vedere cliccando sul titolo qui

Visita la pagina

Natalia as Tina, buscando la libertad


Un secondo movimento con Natalia sul tetto del mondo.
La sua fierezza e i suoi tratti mi hanno ricordato Tina Modotti, e ne facciamo un doveroso omaggio

Visita la pagina

Imperscrutabili emozioni


Il viso congelato in una maschera
Non trasmette, non comunica
Ma la forza del corpo recupera
e condivide con noi.
Movimenti, ansie e sensazioni!

Visita la pagina

Danzando l'autunno


Tra le foglie e i rami addormentati
danzo l'autunno che mi circonda
e che mi riempie
C'è autunno in me!

Visita la pagina

Una presenza velata


Un velo fisico e un velo immateriale
dietro si svela il corpo
Un nascondimento che diventa sempre più presenza

Visita la pagina

Elisa e lo specchio


Lo specchio, immersione o barriera?
Ci mostra o ci respinge. O forse non esiste.
Non esiste quell'altro me dall'altra parte.
Mi attira? Forse...
Una risposta l'abbiamo solo Elisa ed io!

Visita la pagina

Lara - Dancing Cloud


Rileggo il lavoro fatto con Lara e queste che sono le prime immagini scattate insieme, prendono una forma e una forza ... una nuvola danzante

Visita la pagina

Francesca - The red shirt


Uno specchio, un vetro, una camicia rossa, sguardi riflessi che amplificano il gioco di Francesca

Visita la pagina

Teresa - Davanti ad uno specchio


Davanti ad uno specchio:
Ho pensato a tante cose
E forse a niente
Vorrei regalarti un libro per farti capire cosa ho dentro
Ma non so se serve a qualcosa
Lo so non ha senso
Aspettarti come se dovessi amarmi
Quando ti sogno tutte le notti
Aprirmi i polsi come se avessi ancora
15 anni
Sei una donna ormai
Me lo ha detto
Sei una codarda
Probabilmente nessuno ha la stessa
Potenza di emozioni
Che ho io

(Maria Teresa Vannini)

Visita la pagina

Teresa - Mi compreresti?


Se io tipo
Ora
Vendessi la mia verginità
All’asta
E la gente iniziasse a
Specularci
Sopra
Entrasse insomma nel trading online
Dimmi cosa vuoi
Mi compreresti?

(Maria Teresa Vannini)

Visita la pagina

Francesca - d'apres Salomè par Oscar Wilde


La lune a l’air très étrange ce soir. N’est-ce pas que la lune a l’air très étrange? On dirait une femme hystérique, une femme hystérique qui va cherchant des amants partout. Elle est nue aussi. Elle est toute nue.
Les nuages cherchent à la vetir, mais elle ne veut pas. Elle chancelle à travers les nuages comme une femme ivre.

La luna ha un aspetto molto strano stasera. Non ti sembra che la luna abbia un aspetto molto strano? Sembra una donna isterica, una donna isterica che va in giro a cercare amanti. Anche lei è nuda. È completamente nuda. Le nuvole cercano di vestirla, ma lei non vuole. Barcolla tra le nuvole come una donna ubriaca.

Visita la pagina

Francesca - unveiled beauty


Unveiled beauty,

bellezza che si svela, sul tetto del mondo, mentre si attende sorella luna...

Danza Francesca danza...

Visita la pagina

Francesca - dans la vieille maison


Una casa che ci ricorda le atmosfere anni 80 di Jeanloup Sieff, con le sue case parigine e in Normandia. È un attimo costruire un gioco di movimenti e di sguardi

Visita la pagina

Anna & Beth - delving into nature


Blurred bodies meet and melt
No longer our solid selves
Immersed in the natural, we can easily delve
Tuning into what is felt.

Con Anna e Beth lavoriamo al progetto FOTOsintesi, e per immergersi in esso, scopriamo relazioni ed incanti

Visita la pagina

Esther - Sorsi di vita


Ci incontriamo per il progetto FOTOsintesi.
Il tema è la natura, le sollecitazioni sono poi molte, e scattiamo anche questo Piccolo Attimo Performativo, nelle acque sotto i Sassi di Roccamalatina

Visita la pagina

Letizia - Mani che cercano


Mani che cercano, mani che disegnano, mani che sottolineano, e tutto si arricchisce della sabbia e del mare che ci osserva. Letizia ed io cercavamo il corpo e la natura; lo troviamo anche in questa piccola ricerca.

Visita la pagina

Lara - Rigenerazione


L'acqua rigenera, fa rinascere la vita segreta dentro ognuno di noi.
Lara ritrova il suo essere, la sua natura più pura ed intima, fino a riabbracciare il mondo uscendo dalle acque

Visita la pagina

Paola - Io


Paola si narra con le mani, ogni sua parola è sottolineata dal gesto, elegante e preciso.
Questo un piccolo "work in progress" in attesa di un lavoro più approfondito

Visita la pagina

Fulvia - Io e la calla - attrazione fatale


La calla è un fiore che da sempre ha affascinato i fotografi; tanti si sono confrontati con questo fiore, da Man Ray a Mapplethorpe, giusto per fare due nomi. Anche Fulvia ed io ci siamo voluti incontrare con la “bellezza” (questa l’origine del nome, il greco καλός) ma anche con la “sensualità” che esprimono sia il fiore che il suo nome.

Un incontro fecondo!

Visita la pagina

Fulvia - Cecità


È il mondo delle ombre a rivelare molte cose sul mondo che credevamo di vedere...

Visita la pagina

Alda Merini - Anima


Corpo, ludibrio grigio
con le tue scarlatte voglie,
fino a quando mi imprigionerai?
anima circonflessa,
circonfusa e incapace,
anima circoncisa,
che fai distesa nel corpo?

(Alda Merini)

Visita la pagina

Esther - Svelandomi


Uscire dal velo, svelarsi, accettare la sfida con se stessi, con il proprio corpo...

Visita la pagina

Romina - Non ci si salva da soli


Sangue - fecondità - liberazione
per ogni e tutti gli esseri viventi
Non ci si salva da soli!
I' ero 'na lancia, 'a lancia 'int' 'o custato
I' ero 'o sango, ca nun s'è maie stagnato

Visita la pagina

Fulvia - Une beauté surréaliste


Prima di fare qualche scatto - ormai un rituale nei pomeriggi in cui gli faccio visita - ho raccontato a Dante della crisi creativa in cui sono immersa da anni. Mentre lui aggiustava l'esposizione ho ricordato di quando da bambina trasformavo con la mente il mondo davanti ai miei occhi...

Visita la pagina

Romina - Radici


Ora, lasciatemi in pace.
Ora, abituatevi alla mia assenza.
Io chiuderò gli occhi
e dirò solo cinque cose,
cinque radici preferite....

Visita la pagina

Giulia - Creatura di sabbia


Giulia si fa sabbia, sbattuta e coperta dalle onde del mare, nella notte che tutto nasconde

Visita la pagina

Giulia - Vento di mare


Giulia e il mare, la spiaggia, la notte e, amico inaspettato, il vento che ha disegnato le sue scenografie, e noi ci siamo inchinati ad Eolo!.

Visita la pagina

Donatella - non è un book


Questo è stato un risultato di una mattinata di chiacchiere, progetti, idee. Aprirsi e scoprirsi l'uno all'altro!

Visita la pagina

Dieci anni sul tetto del mondo


Dieci anni di incontri sull tetto del mondo, stesso luogo, ma reazioni sempre diverse... ognuno porta il suo vissuto.

Visita la pagina

Fulvia - comme au début du siècle


Immersa nella quiete della natura e delle acque, ci si scopre un po' retrò...

Visita la pagina

Fulvia - Shine on you crazy diamond


Risplendi, ovunque, tu... pazzo diamante, purezza, innocenza e bellezza, immersa nella natura...

Visita la pagina

Fulvia - corri e salta sul tetto del mondo


La purezza della natura, e la purezza del corpo ci rendono felici, e allora via ... corse e salti...

Visita la pagina

Come una Venere nascente


Tra le acque del rio Bucamante Esther sorge dall'acqua... come una Venere

Visita la pagina

Paola - Di fronte a una fecondità violata


Con Paola ci siamo interrogati sulla fecondità violata della piana del Sele, e lei la interpreta come nuova Hera, dea della fertilità...

Visita la pagina

Micaela - il mio corpo narra la mia vita


Disvelati nascondimenti. Un corpo che non perfetto (ma quale lo è?) porta i segni di una vita... della mia vita!

Visita la pagina

Isabella - Aprendo il mio respiro


Torno dopo 10 anni con Isabella al tetto del mondo, e costruiamo... attimi... movimenti. e il primo è un'apertura al creato, un respiro che inala la forza della natura che ci circonda

Visita la pagina

Isabella - Guardandomi ad occhi chiusi


E il respiro viene elaborato per meglio coglierne l'essenza e la ricchezza... è come se mi guardassi ad occhi chiusi

Visita la pagina

Isabella - Selvaggia


E la forza della natura mi rende selvaggia

Visita la pagina

Isabella - Sono la ginestra


Mi acquieto guardando la placida calma di una ginestra, e anch'io divento ginestra

Visita la pagina

Esther - La joie d'être... dans la forêt


Essere nella natura è propulsivo, naturale e porta Esther a danzare giocando principalmente con se stessa.

Visita la pagina

La course folle à travers le blé

Un campo di grano, non c'è nessuno, e viene l'istinto di correre nuda tra le spighe!

Visita la pagina

E&E, la joie de vivre - on s'amuse dans l'eau


Gioia di vivere, di essere insieme, e, per Elena ed Emma, le acque del rio Vallecchie diventano un perfetto campo di gioco

Visita la pagina

Emma e la bluebellola


Una libellula blu, da noi subito ribattezzata la Bluebellola, si posa su Emma, e non la lascia... la leggiadria trova subito compagnia!

Visita la pagina

Torna alla pagina delle ricerche
questo sito non usa alcun cookie di profilazione o di registrazione dei dati dei visitatori
this website does not use any profiling or visitor data capture cookie
Dante Farricella
Copyright © 2021 · All Rights Reserved ·